Passages

Più di un mese. Qui sotto CalMa mi implora fra lo stizzito e l’esasperato e aditus mugugna una sorta di rimprovero.  Non scrivo perchè li ho letti. Li ho letti perchè ho riaperto per scrivere. Sentivo il bisogno di distanze dopo tutto questo tempo in cui la pelle mi è cresciuta macchiandosi di nero e di blu per le vicinanze e le necessità di difesa.  Ho scritto poco anche di là, nella casa-madre. Sono stata via e quasi mai  perchè l’ho scelto.

Rientrando a casa prima di questa pioggia ho staccato dei mandarini umidi dalla pianta e ho dato un occhio alla cascata dei gelsomini. Curioso, no? Ora che ho ristabilito le distanze mi è venuto in mente la faccenda dell’odio. In macchina sono stata presa a tradimento dal pensiero dell’unica volta che ho odiato.  Non so ricreare in me quello stato di allora. Un sentimento del genere non è affatto facile a provarsi, solo se capita si comprende quanto sia differente dall’intolleraza esasperata, dalla malevolenza, dal risentimento, dall’insofferenza angosciosa, dall’insopprimibile antipatia, da un raptus col coltello.

Di tutto quel trambusto ricordo solo un’emozione: la sorpresa intensa per questa unicità potente. In definitiva dev’essere questo che accomuna l’odio all’amore.

5 Risposte to “Passages”

  1. anfiosso Says:

    Veramente hai odiato solo una volta in vita tua?
    Varrebbe la pena che tu dicessi il perché e il percome.
    Non so com’è, ma sono curioso.

  2. CalMa Says:

    E’ sorprendente (e niente affatto casuale forse) che prima di questa lunga pausa tu abbia scritto un post dove auspichi che si riparli d’amore. Poi torni ed ecco, la questione dell’odio. Beh, sarebbe bello tu ne raccontassi. Sono curioso anch’io (bentornata, comunque)

  3. postilla Says:

    Una sola volta, sì, anfiosso. Certo, sia chiaro, non l’unica in cui abbia voluto male. E non vale la pena di raccontare, ragazzi, la storia, in sè, è banale, non mi interessa (più). Ma la sorpresa di essere trascinata da un dominus che appare del tutto estraneo a te, che sembra non aver niente, o poco, a che fare con la portata della situazione e con l’oggetto, che non riconosce altro che se stesso, che arriva e se ne va quando vuole, beh, quella la ribadisco come ciò che conta. Ho odiato un uomo che mi aveva fatto del male (dal quale mi ero fatta fare del male) proprio nel momento in cui ha smesso di farmene e perchè aveva smesso. Ho odiato la mia salvezza. E la mia salvezza è stata più forte di me. E’ stata una grande vaccinazione.

  4. Cristina Says:

    è stupefacente che quell’odio forte che hai sentito adesso venga definito originato da qualcosa che non vale la pena ricordare
    è capitato anche a me
    di non provare più assolutamente nulla adesso per un uomo che mi ha fatto soffrire moltissimo
    il cui pensiero era una lama nella carne nel cuore
    un dolore lancinante un dolore che faceva sgorgare lacrime solo al ricordo
    e ora è niente… niente sai
    l’ho rivisto per lavoro qualche giorno fa e mi fa ridere pensarci
    mi sembra impossibile che non me ne freghi più assolutamente nulla
    il nostro cervello ci crea delle difese
    il cuore quando sente troppo si indurisce dove viene colpito e non sanguina più

  5. anfiosso Says:

    Io avevo fatto parecchj sforzi in una direzione simile, nel senso che m’ero indotto a credere ad un sentimento che mi avrebbe dovuto lasciare una traccia del genere. Però non mi ha lasciato niente: c’è proprio il vuoto. Eppure non si trattava di un sentimento del tutto artificioso, anzi, per niente — aver forzato in qualche modo la mano, quello sì, ma di base, me ne ricordo bene, provavo quello che provavo (cosa che adesso non mi avverrebbe più, è proprio il “tipo” che non m’interessa più). Solo che non è rimasto assolutamente niente, appunto. Credo sia stato un puro e semplice passaggio. Verso cosa non so. (Il nulla, evidentemente).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: